Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘PIUSS’ Category

La piscina di Quarrata, che il Comune sta costruendo, di concerto con la Uisp e con il contributo determinante della BCC di Vignole , è visibile in queste foto, realizzate in questi giorni.

Sul sito del Comune di Quarrata, alla voce Opere pubbliche – La piscina: lo stato di avanzamento, ci sono le immagini che documentano ciò che succede in quell’area del nostro comune.

Sulla pagina Facebook “Informa Quarrata” ci sono altre immagini, sia del cantiere della piscina che di quello della tangenziale di Prato ovest, vale a dire il collegamento diretto al casello autostradale di Prato ovest.

Il nostro sito è molto utile, in quanto i cittadini possono rendersi conto di tutte le attività e i progetti della nostra Amministrazione. Ci sono dati, immagini, cifre, informazioni: la trasparenza è uno dei valori aggiunti del buon amministrare, in quanto rende accessibili le notizie, per cui ognuno può sapere ciò che gli interessa, sia della zona della città in cui vive, che rispetto a questioni che interessano tutti, tra cui ad esempio la piscina o il collegamento alla via Firenze.

La democrazia e la partecipazione passano anche di qui, dal rendere i cittadini consapevoli di ciò che succede, per poter dire la loro su questioni che li riguardano da vicino: conoscere per giudicare, giudicare per scegliere, perché la democrazia ha bisogno di tutti.

Read Full Post »

Il Comune di Quarrata è sempre stato attento nella ricerca di finanziamenti, per integrare così le risorse a propria disposizione per investimenti sul territorio e servizi ai cittadini. Da qualche anno a questa parte, coi pesanti tagli imposti a più riprese ai comuni, è diventato però sempre più necessario ricercare finanziamenti alternativi ai trasferimenti ordinari, per continuare a investire sul territorio e a mantenere il livello attuale di servizi all’infanzia e alle famiglie.

I finanziamenti, che siano pubblici (fondi europei, finanziamenti regionali, etc…) o privati (enti o istituti bancari) non sono comunque mai finanziamenti “a pioggia”. Tutti coloro che mettono a disposizione finanziamenti, lo fanno indirizzandoli a settori ben precisi, a “progetti”relativi a particolari ambiti.

La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia ad esempio indica nel bando i seguenti settori: “arte e beni artistici, beni ed attività culturali, educazione, istruzione e formazione, volontariato, filantropia e beneficenza, salute pubblica, ricerca scientifica e tecnologica, protezione e qualità ambientale.” E’ evidente che non sono finanziati dalla Fondazione Caript ad esempio i lavori per asfaltature, illuminazione pubblica, acquedotti, metanodotti e, in genere, tutti i lavori pubblici ordinari, se non relativi allo sviluppo di un progetto specifico nei settori espressamente indicati nel bando.

La stessa cosa vale per tutti i finanziamenti europei e regionali, che hanno cosiddette linee di intervento, vale a dire ambiti e settori per cui è possibile richiedere i contributi economici.

I finanziamenti PIUSS della Regione Toscana, a cui il Comune di Quarrata ha partecipato, prevedevano queste linee di intervento e di contributo, rispetto alle quali sono stati chiesti contributi per le varie esigenze di sviluppo della città:

Si tratta per lo più di progetti per lo sviluppo produttivo, turistico e culturale della città, oltre che di interventi sul settore sociale (piscina, alloggi di emergenza). Gli altri progetti riguardano poi le strutture di volontariato, per le quali in particolare il contributo regionale prevede la compartecipazione non del Comune ma dei privati. In particolare sui PIUSS infatti, è previsto e incentivato in qualche modo anche l’intervento di soggetti privati a fianco degli enti pubblici.

Naturalmente, per chiedere e ottenere i finanziamenti, è necessario avere progetti pronti per essere presentati; i nostri lo erano poiché già programmati e previsti nel programma di mandato amministrativo. Questo per dire che non si possono fare richieste improvvisate, né tanto meno presentare solo idee.

La filosofia insomma è quella di avere “progetti spendibili” su cui ricercare finanziamenti possibili tra le varie possibilità che enti pubblici e privati mettono a disposizione; non certo quella di chiedere finanziamenti “a pioggia” per la normale attività del comune. E comunque, contrariamente a quello che a volte si sente dire, non esistono linee di finanziamento per strade, acquedotti, casse di espansione, rispetto alle quali sono gli enti preposti con i propri bilanci a dover intervenire.

Read Full Post »

E’ veramente avvilente il livello a cui si è ridotta la politica e gli interventi di questi giorni sul tema della partecipazione purtroppo lo dimostrano ampiamente. Nella campagna elettorale della primavera 2007 tutti i gruppi politici, a partire da quelli che oggi criticano la scelta del processo partecipativo “Contiamo tutti”, hanno evidenziato la necessità di cercare un maggiore coinvolgimento, anche diretto, dei cittadini nelle scelte amministrative.

Pochi mesi dopo, a dicembre 2007, la Regione Toscana ha approvato una legge sulla partecipazione. Due anni fa il Comune di Quarrata ha approvato un proprio regolamento comunale per la partecipazione, realizzato anch’esso col coinvolgimento di intervistati, gruppi di lavoro, cittadini che hanno partecipato alla giornata di discussione, definendo linee e principi che avrebbero dovuto regolare tutti i processi partecipativi. Il nostro regolamento prevede che: “la gestione del percorso dovrà essere affidata preferibilmente a un soggetto terzo, che possa garantire neutralità rispetto alla gestione del processo partecipativo”; “per favorire la più ampia partecipazione, si preveda il coinvolgimento di tutti i cittadini, singoli o associati, estratti a sorte o autocandidati”.

Questi sono i punti chiave di alcune critiche che vengono da Manetti e da alcuni gruppi di opposizione, ma che sono contenuti in tutti i documenti sulla partecipazione in Toscana, dalla legge regionale al nostro regolamento e che sono stati decisi proprio con la partecipazione dei cittadini.

Non capisco onestamente che ci sia di tanto scandaloso e “sovversivo” nel ricercare la partecipazione dei cittadini comuni, quelli che ogni giorno lavorano, studiano, portano i bambini a scuola, hanno un portatore di handicap in famiglia e magari hanno difficoltà ad arrivare a fine mese. Che c’è di strano nel voler sapere come la pensano l’imprenditore, l’operaio, la casalinga, il pensionato?

A queste persone sarà chiesto quali sono i servizi da privilegiare, stilando un ordine di priorità rispetto agli interventi dell’amministrazione comunale.

Per quanto riguarda invece i PIUSS, nonostante siano tanto osteggiati da chi è avverso all’amministrazione, stanno portando a Quarrata 15 milioni di euro di investimenti, a fronte di un costo a carico del bilancio comunale di 5 milioni di euro in 5 anni. La concertazione di Comune di Quarrata e Provincia di Pistoia è iniziata a luglio 2008 ed è andata avanti per più di otto mesi, coinvolgendo i soggetti istituzionali, le associazioni di categoria, i sindacati e tutti gli attori coinvolti nei vari progetti.

E allora, dietro certe critiche fatte in nome della partecipazione, mi domando se non c’è piuttosto la voglia di difendere “piccoli interessi di bottega”, per ragioni personali o alla ricerca di qualche voto in più.

Queste sono le regole della partecipazione in Toscana: se non vogliamo essere anarchici o qualunquisti dovremmo saperlo tutti bene. Se invece questa partecipazione non interessa o addirittura è ritenuta “dannosa” si abbia il coraggio di dirlo chiaramente.

Vai al regolamento per la partecipazione del Comune di Quarrata

Read Full Post »

Il Comune di Quarrata si è aggiudicato un importante premio alla manifestazione “Dire E Fare”, la rassegna sui progetti di innovazione della Pubblica Amministrazione, giunta quest’anno alla sua tredicesima edizione, e che si è svolta dal 17 al 20 novembre 2010, presso la Fortezza Da Basso a Firenze.

A ricevere il premio “Città Ideale” , infatti, è stato il progetto “Ma cos’è questo PIUSS?”, con il quale l’Amministrazione Comunale ha partecipato quest’anno alla manifestazione.

Il riconoscimento è stato assegnato perché ritenuto “Un progetto di riqualificazione urbano fortemente orientato al coinvolgimento della popolazione”.

Con interventi che vanno dalla viabilità alla riqualificazione del centro cittadino, dalla piscina all’asilo nido, dalle piste ciclabili alla Magia, dagli alloggi di emergenza alle strutture per il volontariato, il Comune ha colto un’importante opportunità che porterà sul territorio risorse regionali che potranno essere così investite per lo sviluppo della città, delle imprese e di tutta la comunità.

Siamo orgogliosi di questo importante riconoscimento, perché è stata premiata l’idea di scommettere sulle risorse del territorio, che è alla base di tutti questi progetti, che investono diversi settori di attività. Per Quarrata rappresenta una grande opportunità di crescita con il coinvolgimento di tanti soggetti ma con un unico scopo: dare un nuovo impulso alle opere del territorio e all’economica locale, migliorando la qualità urbana e ambientale della città.

“Dire & Fare” ogni anno assegna diversi premi a tutti quegli espositori che hanno presentato i progetti migliori, che si sono distinti per carica innovativa, per efficacia e creatività, e che si sono dimostrati in grado di apportare un cambiamento positivo nell’erogazione di servizi da parte degli enti e, di conseguenza, nella qualità della vita di cittadini.

Read Full Post »

Nascerà a Vignole, nei terreni retrostanti della Banca di Credito Cooperativo di Vignole, il nuovo centro polivalente per servizi socio-sanitari.

Si tratta non solo di una struttura ad uso sportivo, ma di un centro per promuovere il benessere e la qualità della vita attraverso attività diversificate che avranno come riferimento il concetto dello sport per tutti, a misura di ciascuno, giovani, adulti, bambini e disabili.

Il costo complessivo dell’opera è di circa 5 milioni di euro: il Comune partecipa per una quota di 1 milione 300 mila euro, già stanziati nel bilancio 2006, mentre la Regione Toscana, attraverso i contributi PIUSS, per 1 milione e 700 mila circa. La restante parte viene anticipata dalla UISP, che si occupa sia della costruzione che della gestione venticinquennale dell’impianto, grazie ad un contributo pubblicitario annuale della Banca di Credito Cooperativo di Vignole che in 25 anni ammonterà a  2 milioni e 600 mila euro. I lavori, appena iniziati termineranno entro l’anno 2012.

A Quarrata si realizza un sogno: avere una piscina, un luogo di ricreazione, dove si coniugano sport, sociale e benessere. Da tanti anni si aspettava questo momento che sembrava non arrivare mai. Oggi con l’apertura del cantiere il progetto PIUSS della piscina è realtà.

Read Full Post »

E’ stato approvato il progetto definitivo “Abitare l’arte: laboratorio di prototipi e design” , uno degli interventi considerati meritevoli dalla Regione Toscana e finanziati nell’ambito dei bandi PIUSS (Piano Integrati di Sviluppo Urbano Sostenibile).

Il progetto nasce per sostenere e sviluppare una peculiarità produttiva del territorio di Quarrata: l’industria del mobile ed il suo intreccio con la ricerca artistica ed il design.

Da sempre, infatti, la struttura economica della città è caratterizzata da una forte presenza di produzione del mobile imbottito a cui si affianca una qualificata produzione tessile, sviluppatasi anche grazie alla capacità di tante imprese di utilizzare designer di alto profilo per consentire la loro crescita e specializzazione diventando importanti punti di riferimento a livello nazionale ed internazionale.

La decisione di creare un laboratorio di prototipi e design è stata presa per attivare un sistema in grado di rispondere ai bisogni delle imprese che oggi, in un momento di crisi mondiale, sentono il bisogno di un rinnovamento e di una nuova promozione dei propri prodotti.

Con il sistema di laboratori previsto dal progetto ci saranno occasioni di confronto e di scambio di esperienze fra le imprese, designer e figure professionali del settore del marketing di impresa, che porteranno ad una specializzazione ed a nuovi metodi produttivi per competere sul mercato nazionale e internazionale.

Il punto di incontro fra artisti e le attività economiche del territorio sarà Villa La Magia, dove si svolgeranno i laboratori e dove i progetti d’arte delle aziende quarratine si realizzeranno per poter essere commercializzati.

Gli spazi interni della Villa Medicea diventeranno così sede di tutte le attività previste dal progetto, non solo laboratori ma anche convegni, mostre, esposizioni legati alle attività produttive del territorio.

L’obiettivo ambizioso è quello di unire un mondo tradizionalmente considerato improduttivo come quello dell’arte, con il tessuto produttivo di Quarrata, in un progetto comune di valorizzazione della città e di crescita dell’intera economia locale.

Un altro importante tassello del PIUSS, che porterà benefici a Quarrata. Dall’Europa arriverà un sostegno alle nostre attività produttive locali, che potranno utilizzare la Magia come occasione e luogo per rilanciare la nostra economia, in un modo e con strumenti nuovi e moderni.

Read Full Post »

E’ stata inaugurata mercoledì sera, in occasione della festa in piazza animata dalla Clacson Street Band e in concomitanza con l’apertura serale dei negozi, la mostra “Ma cos’è questo PIUSS?”, che illustra il pacchetto di progetti per lo sviluppo sostenibile di Quarrata, che hanno ottenuto i finanziamenti regionali ed europei.

La mostra, che resterà allestita in piazza Risorgimento fino alla conclusione delle manifestazioni del Settembre Quarratino, illustra nel dettaglio i progetti realizzati, in corso di esecuzione e in programma per i prossimi anni, attraverso pannelli che evidenziano dati e numeri dei singoli progetti: la piscina, l’asilo nido, la riqualificazione del centro, le piste ciclabili, gli alloggi d’emergenza, le strutture per il volontariato e “Abitare l’Arte”, per la fruizione degli spazi di Villa La Magia, come punto d’incontro fra gli artisti e le attività economiche del territorio, attraverso progetti d’arte e design che potranno essere realizzati e commercializzati dalle aziende di Quarrata.

All’interno della biblioteca multimediale è inoltre possibile, nei consueti orari d’apertura, fare un volo virtuale sui luoghi del PIUSS, visualizzando la collocazione e le informazioni relative a tutti i progetti finanziati.

Tutti i pannelli illustrativi possono essere visualizzati anche sul sito internet del Comune di Quarrata: http://www.comunequarrata.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/1204

Read Full Post »

Older Posts »